Integrazione e Benessere

Le proteine fanno dimagrire?

Le proteine fanno dimagrire? Tra le diete più conosciute e praticate, c’è la dieta iperproteica, più nota con il nome del suo fondatore, Pierre Dukan.

Le “normali” diete dimagranti elaborate dai nutrizionisti si basano sul calcolo delle kilocalorie e, partendo da queste, sulla ripartizione dei macronutrienti.

La dieta sopracitata, invece, non utilizza il calcolo delle calorie (o, sarebbe meglio: ”non sembra utilizzarlo”.

A breve vedremo perché), ma si basa sulla riduzione drastica (inizialmente, addirittura, sull’eliminazione) di molti alimenti e, quindi, di macronutrienti, lasciando libera scelta sulla quantità di cibo da assumere.

Tuttavia, la regola aurea per dimagrire è rimanere in deficit calorico: si può dimagrire mangiando burro e si può ingrassare mangiando insalata e petto di pollo.

Sta tutto nel totale calorico giornaliero o settimanale.

Perché le diete iperproteiche danno risultati?

Queste diete funzionano perché consentono quasi esclusivamente (in fase iniziale) alimenti ipocalorici e molto sazianti: tonno al naturale, formaggi senza grassi, petto di pollo e di tacchino, albume d’uovo.

Ipotizzando una dieta ipocalorica per una donna con 1400 kilocalorie al giorno, per raggiungere questo ammontare bisognerebbe mangiare 1 kg di petto di pollo e 500 g di formaggi senza grassi. Difficile, sì.

Pur avendo libertà di scelta delle quantità, è evidente che risulta assai complicato superare le 1200/1400 kilocalorie mangiando solo proteine ed è per questo che, dietro all’apparente “magia delle diete iperproteiche”, si cela la solita regola del deficit calorico.

Senza approfondire le conseguenze sulla salute di una nutrizione basata esclusivamente sulle proteine – che riguardano un possibile sovraccarico renale e un’insufficiente apporto di micronutrienti e macronutrienti – voglio spiegare perché le proteine aiutano a perdere peso.

Le diete iperproteiche funzionano, da subito e nel breve termine, perché le proteine hanno un indice di sazietà elevato.

L’organismo, infatti, impiega più tempo e più energie per digerire le proteine rispetto ai carboidrati, portando a prolungare la sazietà dopo i pasti.

Poiché 1 grammo di proteine ha le stesse kilocalorie di 1 grammo di carboidrati (4 kcal), la sostituzione dei carboidrati porta ad avere meno fame, quindi ad introdurre meno energia.

Inoltre, sembra che le proteine abbiano un potere leggermente termogenico; aumentano, cioè, la temperatura corporea, aumentando il dispendio energetico della digestione.

Scegliere una dieta iperproteica: sì o no?

Come specialista che si occupa di salute, benessere e prevenzione sono contraria a qualsiasi piano alimentare che non sia completo e sostenibile senza problemi nel medio e lungo periodo.

Il fisico e la mente necessitano di una serie di micronutrienti e macronutrienti (vitamine, amminoacidi, sali minerali, fibre, proteine, carboidrati, grassi) che una dieta basata sull’assunzione di pochi alimenti iperproteici non può dare.

Eccezion fatta per chi soffre di patologie che costringono alla totale eliminazione di certi alimenti, il nostro consiglio è sempre un’alimentazione varia e bilanciata, anche se si è a dieta.

Quale soluzione per dimagrire facilmente con una dieta completa?

Il team di esperti di salute, genetica e nutrizione dell’azienda con cui collaboro, ha lavorato a lungo per una soluzione amica della salute, che renda più facile e comoda una dieta ipocalorica anche per chi non si può rivolgere con continuità ad un nutrizionista o, semplicemente, fa fatica a non soffrire la fame.

Sostituendo uno dei due pasti principali con i nostri sostitutivi del pasto, si apportano poche calorie (220 kcal/porzione circa), circa il 50%* delle vitamine giornaliere raccomandate, di sali minerali e di aminoacidi importanti e ben 20 grammi di proteine.

Alcuni dei vantaggi sono:

  • Poche calorie in un pasto completo dal punto di vista nutrizionale (difficile assumere tutti i macronutrienti presenti rimanendo con una soglia calorica così bassa)
  • Energia, benessere e buonumore
  • L’assenza di lattosio (le nostre proteine sono microfiltrate e delattosate, quindi molto digeribili)
  • Proteine ad alto valore biologico
  • Assenza di attacchi di fame a poca distanza dal pasto
  • Possibilità di fare un pasto “libero” al giorno e di non sentirsi a dieta (Ovviamente, vanno evitati dolci o cibi molto grassi, ma si possono assumere un primo piatto e un secondo piatto leggeri, senza sacrificare troppo le porzioni)
  • Praticità ed economicità della soluzione (2 € a pasto)
  • Possibilità di variare tra 7 gusti differenti in versione DOLCE (1 in versione dolce VEG) e 3 gusti differenti in versione SALATA

Un corpo che, pur ricevendo meno energie di quelle che utilizza, riceve tutti i micronutrienti che servono, accusa molto meno lo stress dato dall’utilizzo delle cellule di grasso che porta al dimagrimento.

A ciò si aggiunge un maggiore benessere psichico, che può essere gravemente compromesso anche da carenze alimentari, poiché alcune vitamine, sali minerali e aminoacidi svolgono un ruolo chiave nella regolazione dell’umore.

La sostenibilità di una dieta è data anche da un umore positivo dal non dover rinunciare a troppi alimenti.

Il compromesso, sul piano della salute, dell’umore e del successo della dieta è un pasto al giorno con Get Slim e, nel pasto “libero” una buona alternanza di verdura e frutta di stagione, pesce azzurro o carne magra, carboidrati complessi (riso, pasta e pane integrali).

Ordina il tuo pasto sostitutivo (APPROFITTA DELLE OFFERTE) cliccando qui e aggiornami sui tuoi cambiamenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.